Utilizzare Node.js su DigitalOcean: un primo esperimento

In questo articolo vedremo come utilizzare Node sfruttando la piattaforma di DigitalOcean. Ho scelto questo servizio di cloud computing per la facilità con cui si può configurare e ci tornerà comodo nei prossimi articoli. Si tratta di un servizio estremamente potente ad un costo contenuto (il piano base parte da $5) e personalizzabile in ogni dettaglio.

Se non avete ancora un account DigitalOcean potete fare click qui e ricevere subito $10 di credito (in pratica quasi due mesi gratis per i nostri test). Si tratta di un PaaS (Platform as a Service) dove possiamo creare la nostra “droplet”.

Per farlo effettuiamo la registrazione e, in “Create Droplets” selezioniamo “Ubuntu 16.04.3 x64”.

Dobbiamo poi scegliere il tipo di configurazione. Per iniziare il piano da $5 andrà benissimo (1CPU/512MB, 20GB su “disco” SSD e ben 1000GB di transfer).

In “datacenter region” scelgiamo dove fisicamente sarà la nostra macchina: Amsterdam, London o Frankfurt sono le più vicine.

Per ora non abbiamo bisogno di opzioni aggiuntive o chiavi SSH (vedremo poi nel dettaglio tutta la parte sulla sicurezza). Riceveremo una password via email.

Scegliamo un nome come hostname e siamo pronti per partire. (attenzione: l’hostname è un nome usato internamente e NON è il dominio)

(Continua…)

 

Andrea Marchetti

Autore: Andrea Marchetti

un nerd innamorato delle persone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *